ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Patrizio Marrone - Compositore napoletano
Torna all' intro
  Articoli    CREDITS
             
 

Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 1
Dettagli...

Downloads
Titolo Click
Cadenza per sassofono contralto Dettagli... 1325
Elegia Dettagli... 1304
Amleto Dettagli... 893
Meraviglia Dettagli... 842

 
ROMA" APPLAUSI AL DUO GARBERINI-FALASCA, NELL'INTERPRETAZIONE DI PATRIZIO MARRONE
Inserito il 05 febbraio 2011 alle 20:27:03 da MASSIMO LO IACONO.

Successo del Duo "Garberini-Falasca, nell'interpretazione della sonata di Patrizio Marrone

APPLAUSI PER L’ESIBIZIONE DI PATRIZIO MARRONE
“NapoliNova”, successo
dell’iniziativa musicale
di Massimo Lo Iacono
NAPOLI. Il festoso applauso a Patrizio
Marrone (nella foto) al termine
del bis di parte del suo pezzo
eseguito in conclusione dell’ultimo
concerto di “NapoliNova” all’Archeologico
è stato il segnale pregnante
di un successo pieno, che
l’iniziativa di Alfredo De Pascale ed
il concerto in sé, protagonista il duo
Fabrizio Falasco-Umberto Garberini,
hanno pienamente meritato.
L’iniziativa è stata dapprima una
delle tante proposte interessanti del
denso dicembre 2010 con il primo
concerto dedicato alla produzione
napoletana per clavicembalo, solista
Enza Caiazza, poi il 26 dicembre
di maggiore attrazione ed eco si è
rivelato il recital di Gianluigi Giglio,
unica occasione musicale per quel
pomeriggio forse, con antica chitarra
napoletana, dedicato alla produzione
napoletana per questo
strumento con la presentazione di
pezzi sconosciuti quasi a tutti. Infine,
il concerto del 2 gennaio è stato
l’unico offerto a napoletani e turisti
nella prima domenica dell’anno
nuovo: ed i turisti erano tanti.
Nella pausa a sorpresa forse tra
marmi farnesiani ed altre meraviglie
ineguagliabili hanno goduto di
un suggestivo recital iniziato con
una canora esecuzione dell’op.78
n.1 di Brahms ormai sempre più familiare
a noi per le frequenti esecuzioni.
Felice fraseggio del violinista,
rigore limpido del pianista,
buona metaforica conversazione tra
i due, tanta leggerezza ad inizio
concerto un po’di enfasi nel bis. E
la sonata sembra molto più immediata
quando è cantata così e la
musica di Brahms più cordiale. Sulla
scia di questo slancio è stata eseguita
la sonata di Rota, che per
quasi tutti è solo autore di musica
per film e della “Pappa col pomodoro”
per il “Gianburrasca” con Rita
Pavone. Il pezzo sconosciuto ai
più è stata del pari proposta con finezza
e garbo, convincendoci anche
in questo piccolo episodio dell’aspetto
gradevole di tanta produzione
elegante del Novecento che
sapienti e colti solisti stanno opportunamente
riproponendo con
bravura e consapevolezza. Ed in
quest’ottica va collocata anche
l’esecuzione dell’“Adagio ed Allegro”
di Marrone che è tanto piaciuta:
un pezzo originariamente per
viola molto ben trasposto per violino,
conquistando il pubblico pienamente
solisti ed autore. I limiti
di acustica del sala, un po’ per l’abitudine
subentrata nei molti habitues
ed un po’per l’entusiasmo dei
nuovi ascoltatori e dei turisti, la si
percepisce sempre meno.


ErroreSQL
 
I link preferiti
Intervista su "Interviù" (720)
Musical "Masaniello" (697)
"AEMAS" ACCADEMIA EUROPEA MUSICA E ARTI (477)
Incontro internazionale di cornisti "Guelfo Nalli" (470)
Sogno di una notte di mezza estate (466)
INTERVIU"UNIVERSO NASO" (435)
napolinternos (413)
ensemble modern (400)
dissonanzen (387)
quartetto arcadia (342)

br
Iscritti
Utenti: 46
Ultimo iscritto : archi1
Lista iscritti